Pietre Vive è una realtà che nasce poco più di dieci anni fa da una forte esperienza di «esercizi spirituali ignaziani» vissuta da un gruppo di giovani. Questi ragazzi erano accompagnati da p. Jean-Paul Hernández, che ancora oggi segue la rete di gruppi Pietre Vive, insieme ad altri gesuiti, sacerdoti diocesani e laici motivati, presenti in ormai una trentina di città europee e non solo.

Ciò che da sempre motiva le Pietre Vive è la frase di san Giovanni Damasceno:

Se un pagano viene e ti dice: “Mostrami la tua fede”, tu portalo in chiesa, mostragli la decorazione di cui è ornata e spiegagli la serie dei quadri sacri.

Si tratta dunque prima di tutto di un’esperienza di evangelizzazione attraverso l’arte, in un luogo dove molti cosiddetti «lontani» si avvicinano per curiosità e turismo.

Si vuole, in concreto, intercettare la profonda ricerca di senso che spinge un non-credente a visitare una chiesa. Oggi nasce un’impensata domanda verso il sacro. E la nostra esperienza è che in questa ricerca, dai tratti spesso non ben definiti, il turista può incontrare una persona che gli fa un annuncio gratuito della Buona Notizia a partire dalla descrizione della bellezza dell’arte.

Il desiderio di condividere la fede si sposa con una precisa preparazione tecnica riguardo alle opere d’arte presenti nella chiesa.

Un gruppo di Pietre Vive ha infatti come priorità il crescere nella preghiera, nello stile comunitario, nella gratuità e nella formazione (teologica, spirituale e artistica).

Oltre a questo esiste una formazione continua a livello nazionale ed internazionale per tutti i formatori e i membri dei gruppi Pietre Vive.

Il gruppo di Trieste si trova regolarmente (orario serale, 20.30) presso la sede del Centro Culturale Veritas di via Monte Cengio 2/1A.

Se sei interessato e hai tra i 18 e i 35 anni, scrivi pure a: [email protected]

Ulteriori informazioni si trovano su www.pietre-vive.org