Si svolge martedì 18 dicembre presso il Centro Culturale Veritas, dalle 18.30 alle 20.00 il consueto appuntamento con le tradizioni religiose e cristiane nell’arte.

Parleremo di Islam ed arte con l’Imam Nader Akkad.

L’arte islamica si caratterizza per motivi ripresi da una moltitudine di tradizioni. Nella rapida conquista di terre popolate da culture disparate, i musulmani ebbero mutuarono tradizioni artistiche e tecniche di varie civiltà: quella ellenica, il romanico-bizantino della Siria, il sassanide dell’Iran e della Mesopotamia, il copto dell’Egitto con la sua eredità dei faraoni e le numerose tradizioni locali come quella dei bèrberi.

Tutti questi elementi entrarono a far parte del patrimonio artistico islamico, che pur con motivi comuni e ricorrenti si è poi naturalmente differenziato nei vari insediamenti.

I fondamenti dottrinali dell’estetica islamica si trovano, tra l’altro, nei seguenti detti del Profeta: “Dio è bello e ama la bellezza”; “Dio ha iscritto la bellezza in tutte le cose”; “Dio desidera che se facciate qualche cosa sia fatto alla perfezione”.

Gli incontri sulle tradizioni artistiche proseguono nel 2019 con l’incontro di martedì 29 gennaio, in cui p. Andrea Dall’Asta S.I., saggista, critico d’arte, direttore della Galleria San Fedele a Milano parlerà dell’arte nel Cattolicesimo.