Si svolge giovedì 2 dicembre al Kulturni Dom di Gorizia il decimo incontro del ciclo di Geopolitica “Una strategia per Trieste” a cura del Club Geopolitica Trieste. La conferenza ha per tema l’Indo-Pacifico ed è tenuta da Francesca Manenti, senior analyst presso il Centro studi internazionali (Ce.S.I.), dove è responsabile del desk “Asia e Pacifico”.

Per il Ce.S.I. Manenti si occupa di temi di politica, sicurezza e geoeconomia in Iran, Asia meridionale, Asia orientale e sud-est asiatico. Coordina inoltre i programmi “Xiàng”, dedicato alla Cina contemporanea, e “ASEAN Directory”, incentrato sulla geopolitica del sud-est asiatico. Interviene abitualmente come commentatrice sulle principali emittenti TV e radio nazionali.

Indo-Pacifico

Negli ultimi due decenni, le convulse trasformazioni avvenute nel contesto internazionale hanno ridefinito la mappa geopolitica della regione compresa tra Oceano Indiano e Oceano Pacifico, creando un unico arco di nuove geometrie di interessi lungo il quale nuove sfide e opportunità si sono sovrapposte a crisi e tensioni pregresse.

La competizione marittima, la lotta per la connettività delle infrastrutture regionali, il contrasto ai fattori di insicurezza (pirateria, migrazione irregolare, radicalizzazione e terrorismo) e i punti di nuova infiammabilità (competizione Cina-Usa, rivalità regionali) sono ormai emersi come i paradigmi per la ridefinizione degli equilibri contemporanei nella macro-regione dell’Indo-Pacifico.

La rapida ascesa della Cina e l’incremento della sua assertività sono stati senz’altro stimoli essenziali per la formulazione di questo nuovo assetto geopolitico, che ridisegna i confini della mappa concettuale asiatica e apre alla formazione di nuove alleanze allargate. Il rilancio della connettività regionale e la promozione della libertà di navigazione e del rispetto del diritto internazionale del mare sono diventate le due direttrici fondamentali della competizione geopolitica nell’area.

La stipula di nuove alleanze pragmatiche ad architettura variabile non sta interessando più solo i tradizionali attori regionali. È divenuta fonte di attrazione anche per attori esterni, come l’Unione europea, che riconosce nell’area dell’Indo-Pacifico un teatro strategico per la definizione – o la ridefinizione – degli equilibri internazionali.

 

Gorizia, Kulturni dom (via Italico Brass, 20)
Ingresso gratuito (obbligo di Green Pass).

Diretta Facebook sulla pagina Club Geopolitica Trieste
Diretta instagram sulla pagina Una strategia per Trieste.

In collaborazione con Sconfinare.
Responsabile del ciclo: Simone Benazzo.

Per info: strategia.trieste@gmail.com