Presentiamo la Prima edizione delle Giornate del Mare (14-15 novembre 2020) che avrebbe dovuto tenersi a Trieste presso il molo IV, ma vista l’emergenza Covid, tutti gli eventi saranno online da Roma. Le Giornate del Mare, a cura di Limessi svolgeranno con cadenza annuale a Trieste. Sono parte del corso di Geopolitica di Limes a Trieste 2020-21.

Per gli amici del Limes Club Trieste e del Centro Veritas segnaliamo in particolare che sabato 14 novembre alle 9.30 si terrà il panel: Trieste e la memoria del suo Mediterraneo con Lucio Caracciolo, Maurizio Eliseo, Giulio Sapelli e Pietro Spirito.


Il primo appuntamento – L’Italia è il mare – è fissato per il 14-15 novembre 2020. 


L’idea è che il rilancio geopolitico, culturale ed economico del nostro paese dipende in misura decisiva dal mare, risorsa paradossalmente negletta. Il Mediterraneo è oggi centrale nei traffici transoceanici e nei rapporti fra le maggiori potenze, ma l’Italia non riesce a sfruttare questo moltiplicatore di influenza e di ricchezza. Siamo affacciati sul mare, ma non siamo marittimi. Cercheremo di capire perché e soprattutto come rimediare. Concentrandoci sugli aspetti strategici, economico/commerciali, portuali/infrastrutturali, energetico/ambientali, da leggere in prospettiva geopolitica. A discuterne, attori e analisti italiani, ma anche controparti estere.


In occasione delle Giornate del Mare uscirà un numero speciale di Limes (“L’Italia è il mare”) ad esse dedicato.


Durante questi due giorni, Laura Canali presenterà online la sua mostra cartografica “Il mare in carta”.


Tutti gli incontri delle Giornate del Mare saranno trasmessi in diretta streaming sul canale YouTube di Limes e sul sito di la Repubblica.
Sarà possibile seguirli anche attraverso il sito e gli altri canali social di Limes (FacebookTwitterInstagram); l’hashtag di riferimento è #LimesMare.


PROGRAMMA PROVVISORIO:


Sabato 14 novembre

Ore 9.30: Trieste e la memoria del suo Mediterraneo – con Lucio Caracciolo, Maurizio Eliseo, Giulio Sapelli e Pietro Spirito.

Ore 11: L’Italia è il mare. Prima di tutto la sicurezza  Lucio Caracciolo (Limes) dialoga con l’ammiraglio di squadra Giuseppe Cavo Dragone, capo di Stato maggiore della Marina Militare.

Ore 12: L’importanza di essere Stretti nel Mediterraneo allargato: Bab el-Mandeb-Suez-Canale di Sicilia-Gibilterra – con Dario Fabbri, Federico Petroni, Germano Dottori. Introduce e modera Alberto de Sanctis.

Ore 15.30: Il Mediterraneo conteso – con James G. Foggo III, Christophe Pipolo, Pierpaolo Ribuffo, Cem Gürdeniz. Introduce e modera Dario Fabbri.

Ore 17.30: Il Mediterraneo nell’Oceano Mondo – con Zeno D’Agostino, Massimo Deandreis, Nicolò Carnimeo, Luca Sisto. Introduce e modera Giorgio Cuscito.


Domenica 15 novembre

Ore 9.30: Il mare in carta – presentazione della mostra cartografica a cura di Laura Canali

Ore 10: Il Mediterraneo delle risorse – con Pierre Vergerio, Riccardo Rigillo, Massimo Nicolazzi, Michele Ziosi, Fabio Caffo. Introduce e modera Fabrizio Maronta.

Ore 12: I porti italiani: come non farsi la guerra – con Zeno D’Agostino, Paolo Signorini, Sergio Prete, Giovanni Pettorino. Introduce e modera Lucio Caracciolo.

Ore 16: In conclusione: che fare?  Con Giuseppe Bono, Mario Mattioli, Nicola Monti, Giuseppe Cavo Dragone. Introduce e modera Lucio Caracciolo. Conclude Stefano Patuanelli, ministro dello Sviluppo economico.

Per l’eventuale aggiornamento del programma, consultare