Giovedì 10 maggio dalle 15 alle 18 si terra la lezione di deontologia giornalistica dal titolo: Nuovo regolamento europeo in materia di protezione dei dati personali: principi fondamentali e impatto sulla professione giornalistica

Relatore: Francesco Vitali Gentilini, Servizio relazioni esterne e media dell’Autorità garante per la protezione dei dati personali, che ha curato il vademecum apposito

“La libertà di informazione (art. 21 della Costituzione), nella duplice accezione, attiva, quale diritto del giornalista di informare (diritto di cronaca), e passiva, quale diritto del cittadino di essere informato, costituisce una precondizione per la democraticità delle società contemporanee.

E’ l’articolo 85 del regolamento europeo a prevedere esenzioni o deroghe a favore dell’attività giornalistica, ma anche a favore del’espressione accademica, artistica e letteraria. Perciò l’attività giornalistica è normalmente svincolata da alcuni limiti posti a tutela della privacy.
Le norme derogatorie previste per i giornalisti si applicano anche a chiunque esercita la libertà di manifestazione del pensiero (diritto tutelato dall’articolo 21 della Costituzione italiana) anche attraverso espressioni artistiche e letterarie, con gli adattamenti del caso”.  (da  https://protezionedatipersonali.it/privacy-e-giornalismo)