Venerdì 5 febbraio ore 18-20 su Zoom. Per partecipare scrivere a centroveritas@gesuiti.it

Le sfide per la deontologia del “giornalismo costruttivo”

Il relatore illustra la genesi del giornalismo costruttivo a partire dai recenti studi clinici sulla depressione, in particolare con le esperienze condotte nei Paesi scandinavi, in Olanda e negli Stati Uniti. Illustra quindi le prime teorie e applicazioni pratiche di un nuovo modello di scrittura giornalistica che pone l’esperienza umana, individuale e collettiva, al centro della narrativa. La lezione esamina quindi l’applicazione del modello costruttivo in contesti culturali e giornalistici diversi in Italia, in Europa e nel mondo. Illustra infine il perfezionamento del modello e i risultati raggiunti prefigurando la piena integrazione del giornalismo costruttivo sia nei media tradizionali che nei nuovi media.

Dario Biocca insegna storia contemporanea e storia del giornalismo presso il Dipartimento di scienze politiche dell’ateneo di Perugia. Si è laureato a Roma con una tesi sui movimenti pacifisti alla vigilia della Prima guerra mondiale e ha quindi proseguito gli studi alla Columbia University di New York e infine all’Università di California, Berkeley, dove ha conseguito il Ph.D. Ha insegnato in vari atenei americani, tra cui la Stanford University e Berkeley. Ha dedicato molti anni a una biografia di Ignazio Silone, (Silone. La doppia vita di un italiano, Rizzoli, 2005) e ha pubblicato saggi e articoli su riviste storiche italiane e americane. Tra il 2002 e il 2014 è stato Coordinatore didattico alla Scuola di giornalismo radiotelevisivo di Perugia. Ha svolto consulenze storiche anche per i programmi “Ulisse”, “Città segrete”, “Chi l’ha visto”, e RaiStoria. È ora impegnato in una ricerca in diversi Paesi sulla scomparsa di una giovane romana, arrestata e presumibilmente deportata dalle forze tedesche di occupazione nel 1943.