Si svolge al Centro Veritas venerdì 15 novembre alle 18.30 la conferenza “e-sport: competere in spazi fantastici e sviluppare nuove competenze”, in collaborazione con l’Istituto Maritain e con la Sant’Ignazio SSD.

I relatori sono Luciano Larivera S.I, direttore Centro Culturale Veritas; Michael Gagliano, sistemista informatico e webmaster; Luca Grion, professore di Filosofia morale all’Università di Udine e presidente dell’Istituto J. Maritain.

Gli e-sports sono la versione professionale dei giochi elettronici – i famigerati videogiochi – che si combattono sul computer, sullo smartphone o su dispositivi dedicati (console).

I videogiochi competitivi muovono oltre un miliardo e mezzo di dollari in tutto il mondo. Alle finali delle competizioni fra professionisti assistono milioni di spettatori, sia dal vivo che online.

I campioni di videogiochi sono giovanissimi: l’età va dai 16 ai 25 anni, ma ci sono giocatori anche molto più giovani, ragazzini di 12-14 anni.

La gamma di giochi è molto vasta. Si va dalle versioni elettroniche degli sport tradizionali come il calcio ai giochi di ruolo di ambientazione fantasy (League of Legends, Overwatch) e agli scenari di guerra come Counter Strike: Global Offensive e Call of Duty.

Spesso visti come una minaccia da genitori ed educatori, gli e-sports oggi ambiscono a diventare discipline olimpiche.

Nel corso dell’incontro si parlerà di cosa sono gli e-sports e dei rischi ed opportunità di questo fenomeno in costante aumento.